/ VIDEO

18-19 SETTEMBRE DALLE 10.00 ALLE 18.00

In due giorni individueremo le strategie per sviluppare un progetto video. Sia esso un reportage, un videoclip o un corto di finzione prima di iniziare a girare con la nostra telecamera o il nostro smartphone è necessario organizzare il processo creativo e tecnico. Partendo dalle idee personali di ogni partecipante intraprenderemo un percorso per capire come questi possono essere realizzati nel modo che ognuno sente come proprio. Passando per  una escursione nello zaino di un videomaker tra telecamere microfoni e droni, ci misureremo con delle prove pratiche per dare una risposta ad alcune domande: Che autore sono? Con che ottica guardo la realtà? Quando rispettare le regole cinematografiche e quando invece è giusto infrangerle? Che ruolo hanno il montaggio e la scrittura? Approderemo infine al momento fondamentale: quello in cui ci si chiede “È ora di premere REC”? 

/ NATALIA ALANA

Natalia Alana è fotografa, formatrice e photoeditor brasiliana, vive attualmente a Roma. Diplomata in Fotografia a SENAC, dove ha anche insegnato, ha lavorato nella pubblicità con Saaatchi & Saatchi (settore fotografia di moda).  Ha utilizzato la fotografia come strumento formativo in progetti sociali. Attualmente lavora come photoeditor per fotografi professionisti accompagnandoli nel processo creativo. Fa parte del collettivo Women Photograph e si occupa di ambiente, politica e relazioni umane.

/ FABIO BUTERA

Fabio Butera è giornalista, film-maker e autore televisivo. Dopo la laurea in Sociologia, si diploma in Documentario al Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano. Ha lavorato come video-giornalista per Repubblica, realizzando reportage di politica, lavoro e migrazioni in Italia e all’estero, e come autore per il programma di Italia Uno Le Iene. Ha fondato insieme a diversi colleghi l’associazione GVPRESS (Associazione dei Giornalisti Videomaker). 

/ VIDEO

18-19 SETTEMBRE DALLE 10.00 ALLE 18.00

In due giorni individueremo le strategie per sviluppare un progetto video. Sia esso un reportage, un videoclip o un corto di finzione prima di iniziare a girare con la nostra telecamera o il nostro smartphone è necessario organizzare il processo creativo e tecnico. Partendo dalle idee personali di ogni partecipante intraprenderemo un percorso per capire come questi possono essere realizzati nel modo che ognuno sente come proprio. Passando per  una escursione nello zaino di un videomaker tra telecamere microfoni e droni, ci misureremo con delle prove pratiche per dare una risposta ad alcune domande: Che autore sono? Con che ottica guardo la realtà? Quando rispettare le regole cinematografiche e quando invece è giusto infrangerle? Che ruolo hanno il montaggio e la scrittura? Approderemo infine al momento fondamentale: quello in cui ci si chiede “È ora di premere REC”? 

/ NATALIA ALANA

Natalia Alana è fotografa, formatrice e photoeditor brasiliana, vive attualmente a Roma. Diplomata in Fotografia a SENAC, dove ha anche insegnato, ha lavorato nella pubblicità con Saaatchi & Saatchi (settore fotografia di moda).  Ha utilizzato la fotografia come strumento formativo in progetti sociali. Attualmente lavora come photoeditor per fotografi professionisti accompagnandoli nel processo creativo. Fa parte del collettivo Women Photograph e si occupa di ambiente, politica e relazioni umane.

/ FABIO BUTERA

Fabio Butera è giornalista, film-maker e autore televisivo. Dopo la laurea in Sociologia, si diploma in Documentario al Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano. Ha lavorato come video-giornalista per Repubblica, realizzando reportage di politica, lavoro e migrazioni in Italia e all’estero, e come autore per il programma di Italia Uno Le Iene. Ha fondato insieme a diversi colleghi l’associazione GVPRESS (Associazione dei Giornalisti Videomaker). 

/ FOTOGRAFIA

18-19 SETTEMBRE DALLE 10.00 ALLE 18.00

Un viaggio entusiasmante nel mondo della fotografia documentaria, durante il quale verranno forniti gli strumenti fondamentali per la costruzione di un racconto fotografico. Studieremo le diverse fasi di pianificazione del lavoro: l’individuazione di una storia, la ricerca dei contatti, la verifica delle fonti, la scelta consapevole di uno stile iconografico, le attività sul campo. Ci soffermeremo inoltre su come strutturare la giusta sequenza delle immagini per finalizzare il lavoro, comunicare e valorizzare idee, concetti ed emozioni.

/ ANTONIO FACCILONGO

Antonio Faccilongo è un fotografo documentarista e filmmaker, docente di fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, ed è rappresentato da Getty Reportage. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione e un master in fotogiornalismo, ha focalizzato la sua attenzione sull’Asia e il Medio Oriente, principalmente Israele e Palestina, occupandosi di questioni sociali, politiche e culturali.
Documentando le conseguenze del conflitto Israelo Palestinese in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, ha cercato di svelare e mettere in evidenza le problematiche umanitarie celate dietro uno dei conflitti più coperti mediaticamente del mondo, perché troppo spesso questi luoghi sono mostrati solo come spazio di guerra e conflitto.
I suoi progetti a lungo termine sulle donne e le loro famiglie in Palestina hanno ricevuto diversi riconoscimenti, inclusi World Press Photo story of the year, I° premio nella categoria long-terms projects di World Press Photo, FotoEvidence Book Award con World Press Photo, Getty editorial grant and I° premio World Understanding Award al POYi Pictures of the year International. 
Altri riconoscimenti e onorificenze: PhMuseum, Gomma Grant, LuganoPhotoDays, Umbria World Fest, Kuala Lumpur Photo Awards, PDN Photo Annual Awards, Feature Shoot, finalista al Visa D’or e Lucas Dolega e due volte nella rosa dei candidati ad Alexia Foundation.
I suoi progetti a lungo termine sono stati esposti in numerose mostre e festival internazionali, inlusi: World Press Photo Festival, Les Rencontres d’Arles, Zoom Festival, Festival della fotografia etica, Exposure Photography Festival, Buenos Aires Biennial, Visa pour l’image Perpignan e sono stati inglusi nella campagna mondiale #WomenMatter contro la violenza sulle donne a cura di Dysturb.
I suoi lavori sono stati pubblicati su alcune delle più importanti pubblicazioni internazionali, tra le quali National Geographic, Time, Stern, Der Spiegel, Le Monde, Geo, The Guardian, 6Mois, Paris Match, Focus, Sette, L’Espresso, Internazionale.

/ SOUND DESIGN

25-26 SETTEMBRE – DALLE 10.00 ALLE 18.00

Tecniche di produzione e manipolazione del suono applicato alla narrazione multimediale;
/ Pianificazione e preparazione di una performance sonora;
/ Interazione con media visivi e altre forme espressive (danza, teatro);
/ Improvvisazione, casualità e tecniche generative.
Durante il workshop verranno utilizzati prevalentemente i software Ableton Live e Max for Live.
Allə partecipantə si richiede di portare:

  • computer portatile (Mac o Windows) con già installate le versioni trial (gratuite per un mese) di Ableton Live e Max
  • cuffie o auricolari;
  • (se in possesso) registratore portatile, tastiera o controller MIDI

/ LUCA SCAPELLATO -LSKA

Lavora con la musica, il sound design, il video e i sistemi interattivi.Collabora con compagnie di teatro e danza contemporanea, esibendosi in Italia e in Europa, realizza installazioni audiovisive e programma software sperimentali. La sua ricerca ruota attorno alle possibili interazioni tra i media, l’improvvisazione e il rapporto tra suono e immagine. Info: lska.org

/ PODCAST

25-26 SETTEMBRE – DALLE 10.00 ALLE 18.00

Due giorni per acquisire gli elementi essenziali e sperimentare le fasi chiave dell’ideazione e della produzione di un podcast. A partire dallo studio dell’idea e dalle sue caratteristiche originali, si passerà ad analizzare il target / pubblico al quale destinarla, valutando format e stile più adatto per valorizzarla e tenere l’ascoltatore incollato alle cuffie. “Fare radio” è un gioco di squadra: che ruolo scelgo per me? Quali collaboratori devo cercare per realizzare il mio podcast (che diventerà poi “nostro”)? Dalla pianificazione della produzione, attraverso la redazione dei testi, la selezione di suoni e musica, e sperimentazioni sull’uso della voce per lo speaking. 

Allə partecipantə si richiede di portare

  • computer portatile (Mac o Windows) con già installato Audacity (o altro programma per il montaggio audio);
  • cuffie o auricolari;
  • (se in possesso) registratore portatile.

/ SANTI CRISPO

Santi Crispo è laureato in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo. La sua formazione si concentra sull’utilizzo della voce come mezzo espressivo e comunicativo. Ha studiato recitazione al Centro Teatro Attivo di Milano, doppiaggio e speakeraggio con il doppiatore Riccardo Niseem Onorato. Appassionato di scrittura, arti visive e performative, si occupa di progettazione e comunicazione delle attività culturali, in particolare teatrali e performative. Ha collaborato con diverse realtà del settore tra cui la Fondazione Teatro Civico di Schio e Arteven Circuito Teatrale Regionale. A Radio Zappa è speaker e organizzatore della rassegna “Porto Burci inOnda”.

/ LISA MANTOAN

Lisa Mantoan è laureata in Scienze della Comunicazione e specializzata in Editoria e Giornalismo. Consulente comunicazione per associazioni, piccole aziende e liberi professionisti, partecipa spesso all’ideazione e alla realizzazione di progetti socio-culturali. Ha una particolare passione per l’organizzazione e la promozione di eventi e la produzione in ambito radiofonico. Ha collaborato attivamente con la redazione di Radio Popolare Verona e nel 2014 è stata tra i volontari creatori della webradio locale Radio Zappa. Dal 2019 ad oggi ha coordinato progetti per la promozione del mezzo radio e dello strumento web radio per la produzione di contenuti dal basso, attraverso eventi, masterclass e l’affiancamento di chi desidera realizzare un podcast.   

/ PODCAST

25-26 SETTEMBRE – DALLE 10.00 ALLE 18.00

Due giorni per acquisire gli elementi essenziali e sperimentare le fasi chiave dell’ideazione e della produzione di un podcast. A partire dallo studio dell’idea e dalle sue caratteristiche originali, si passerà ad analizzare il target / pubblico al quale destinarla, valutando format e stile più adatto per valorizzarla e tenere l’ascoltatore incollato alle cuffie. “Fare radio” è un gioco di squadra: che ruolo scelgo per me? Quali collaboratori devo cercare per realizzare il mio podcast (che diventerà poi “nostro”)? Dalla pianificazione della produzione, attraverso la redazione dei testi, la selezione di suoni e musica, e sperimentazioni sull’uso della voce per lo speaking. 

Allə partecipantə si richiede di portare

  • computer portatile (Mac o Windows) con già installato Audacity (o altro programma per il montaggio audio);
  • cuffie o auricolari;
  • (se in possesso) registratore portatile.

/ SANTI CRISPO

Santi Crispo è laureato in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo. La sua formazione si concentra sull’utilizzo della voce come mezzo espressivo e comunicativo. Ha studiato recitazione al Centro Teatro Attivo di Milano, doppiaggio e speakeraggio con il doppiatore Riccardo Niseem Onorato. Appassionato di scrittura, arti visive e performative, si occupa di progettazione e comunicazione delle attività culturali, in particolare teatrali e performative. Ha collaborato con diverse realtà del settore tra cui la Fondazione Teatro Civico di Schio e Arteven Circuito Teatrale Regionale. A Radio Zappa è speaker e organizzatore della rassegna “Porto Burci inOnda”.

/ LISA MANTOAN

Lisa Mantoan è laureata in Scienze della Comunicazione e specializzata in Editoria e Giornalismo. Consulente comunicazione per associazioni, piccole aziende e liberi professionisti, partecipa spesso all’ideazione e alla realizzazione di progetti socio-culturali. Ha una particolare passione per l’organizzazione e la promozione di eventi e la produzione in ambito radiofonico. Ha collaborato attivamente con la redazione di Radio Popolare Verona e nel 2014 è stata tra i volontari creatori della webradio locale Radio Zappa. Dal 2019 ad oggi ha coordinato progetti per la promozione del mezzo radio e dello strumento web radio per la produzione di contenuti dal basso, attraverso eventi, masterclass e l’affiancamento di chi desidera realizzare un podcast.   

/ INFORMAZIONI

I workshop sono a numero chiuso e dedicati in via preferenziale ai residenti o domiciliati nella città di Vicenza. Ogni workshop ha un costo di € 70. 

PER CANDIDARTI COMPILA IL FORM ENTRO IL 06.09.

“CODEC. Istruzioni per narrare” è un progetto di ASC Vicenza. L’iniziativa è realizzata grazie al contributo del Comune di Vicenza attraverso il “Bando Cultura 2021” nell’ambito del progetto “Vicenza oltre il Covid: con la cultura si riparte”.

“CODEC. Istruzioni per narrare” è un progetto di ASC Vicenza. L’iniziativa è realizzata grazie al contributo del Comune di Vicenza attraverso il “Bando Cultura 2021” nell’ambito del progetto “Vicenza oltre il Covid: con la cultura si riparte”.

X